Posti a Roma che dovreste conoscere

Pensate di conoscere tutti i posti di Roma? O siete abituati alle classiche guide turistiche? La nostra città per coloro i quali hanno deciso di venire a studiare italiano per un periodo medio-lungo ha moltissime sorprese che sono inarrivabili per i turisti occasionali. Anna widera ci conduce mano nella mano nella scoperta di alcuni posti a Roma che tutti dovrebbero conoscere e visitare!

Tutti, anche le persone che non sono state a Roma, hanno i suoi associazioni legati alla città eterna. Inoltre, tutti conoscono i monumenti più importanti nella capitale italiana. Comunque, Roma non è composta solo dalla Fontana di Trevi, Pantheon, Vaticano e le cose più importante che possiamo vedere durante pochi giorni. Chi ha più tempo per visitare Roma può apprezzare anche altri posti.

veduta panoramicaLa prima zona interessante è Trastevere, ma non solo come un posto con ristoranti e mercati. A Trastevere si trova Villa Farnesina con gli affreschi di Raffaello. Villa Farnesina è uno dei palazzi più nobili a Roma per quanto riguarda epoca rinascimentale. Era stata costruita all’inizio del Cinquecento per un banchiere ricchissimo Agostino Chigi ed era stata progettata dall’architetto Baldassarre Peruzzi. All’interno si trovano gli affreschi di Raffaello (Loggia di Galatea, Loggia di Amore e Psiche), Sebastiano del Piombo (Polifemo nella Loggia di Galatea), Giovanni Antonio Bazzi (Stanza delle nozze) e Baldassarre Peruzzi (Stanza del fregio, Sala delle prospettive).

Castello italianoVicino alla Villa Farnesina si trova la collina Gianicolo dove possiamo vedere uno dei più belli panorami a Roma e fare una passegiata nel Parco Gianicolese in cui ci sono busti degli eroi garibaldini. Dopo passiamo la Fontana dell’Acqua Paola e anche di là c’è un posto per ammirare il panorama di Roma. E alla fine vale la pena andare alla chiesa San Pietro in Montorio dove nel cortile si trova Tempietto di Donato Bramante – piccola chiesa rotonda costruita nell’epoca rinascimentale dedicata al martirio di San Pietro.

Un altro posto interessante che possiamo vedere più di Sud di Roma è EUR, cioè Esposizione Universale facciata chiesaRoma. Nel 1942 Roma era città che avrebbe dovuto organizzare l’Esposizione Universale, ma non ci sarebbe stata a colpa della guerra. Sono rimasti gli edifici che mostrano l’architettura fascista e il simbolo del’EUR è il Palazzo della Civilità del Lavoro, detto anche Colosseo quadrato.

Al Sud di Roma c’è anche via Appia Antica – un posto bellissimo per fare le passegiate lunghe o andare in bicicletta. Oppure concentrarsi sulla Roma antica grazie alle Catacombe di San Callisto e San Sebastiano, Villa di Massenzio e Mausoleo di Cecilia Metella. La cosa molto interessante che fa parte del Parco Regionale dell’Appia antica è il Parco degli Acquedotti, dove possiamo sentire vera l’antichità romana.

cupola chiesaVicino al Colosseo si trova la chiesa dei domenicani irlandesi – San Clemente. È bella, ma la cosa più interessante è sotterraneo. Di là possiamo vedere la basilica antica e Iscrizione di San Clemente (fine del XI secolo) – questa iscrizione è stata scritta nella lingua fra latino e volgare,  quindi è uno dei esempi del volgare italiano. Un’altra chiesa dove vale la pena andare è Santa Croce di Gerusalemme. Di là si trovano le reliquie della Passione i quali Sant’Elena (madre dell’imperatore Costantino) ha ordinato di trasmettere da Gerusalemme.

Ultima cosa non è così spettacolare, ma interessante. Nella Galleria Spada si trova nel cortile Prospettiva del Borromini – il corridoio colonnato che in realtà è piccolo, ma grazie all’illusione ottica sembra molto lungo.

La capitale italiana generalmente è piena dei posti fantastici e ci vuole tanto tempo per vedere tutto, comunque possiamo sempre creare la nostra lista dei posti che dovremmo conoscere.

 

Anna Widera

 

 

Becoming Italian Word by Word with Accademia Studioitalia

“You can never understand one language until you understand at least two.” Geoffrey Willans

14591847_1295928650469991_1978926563428818166_nTrying to learn a new language is always difficult and you can easily lose a motivation, but just to remind you, learning a foreign language is totally worth the effort. Being bilingual expands your opportunities in life, keeps your brain fit and broadens your perspective. It even gives you a special insight into your own mother tongue and the culture you take for granted.
Coming to Rome was little bit stressful, you could probably imagine… traffic, people, crowded metro, get lost for the 1st time and for the 2nd time as well, but everything changed when I first came to Accademia Studioitalia.
“I am so excited about the first lesson, but still a bit worried how it will look like…” 14632938_1295928660469990_4591391486248993277_n

Lesson consists of a lot of dialogs, new words, audios, useful phrases and my groupmates are from all over the world. The class is divided in two parts, each part is conducted by different teacher, so you have an opportunity to discover different accents or different ways of pronunciation. Teachers speak only Italian, they try to explain new word with words you have already learnt but not to translate in English. They prefer to show the meaning of work with pantomime, movement, which is easily going straight to your head.
“Italian language doesn’t seem so hard to start speak” 
So don’t give up! Every new word is a milestone on your journey to mastering another language because… “If you talk to a man in a language he understands, that goes to his head. If you talk to him in his language, that goes to his heart.” Nelson Mandela

Petronela (student of Accademia Studioitalia)

Amiche da morire diventeranno amiche per la pelle

locandina

Gli amici sono quelli che ti aiutano a rialzarti, quando le altre persone neanche sapevano che eri caduto.
(Anonimo)

Accademia Studioitalia chiede ai suoi studenti di scriverci qualcosa sulle nostre attività culturali. Questa settimana la gentilissima Anna ci racconta il film che abbiamo visto a scuola!

  Amicizia è una cosa molto complicata, in particolare fra le donne. Ma come tre donne varie possono fare amicizia? Basta che hanno problemi con i suoi vicini.

 

 

amiche_da_morire_foto_gerini_impacciatore_capotondi_1_Olivia (Cristiana Capotondi) è sposata con un pescatore Rocco e recita il ruolo di ”madrina” – svolga la funzione di protezione di un santo, in questo caso di Sant’Alfio. Crocetta (Sabrina Impacciatore), invece, è una zitella che vorebbe trovare l’amore, ma porta sfortuna a tutti uomini di cui è innamorata. E ancora Gilda (Claudia Gerini) – ragazza molto bella che fa la prostituta. Tutte vivono nella piccola campagna siciliana e questo è basta per avere qualcosa in comune. Comunque, dopo problemi che appaiono uno dopo altro (la vita criminale di Rocco, madre morbosa di Crocetta, sfratto di Gilda) le ragazze uniscono le forze.

amiche_da_morire_foto_gerini_impacciatore_capotondi_23_Un film di regista Giorgia Farina non è soltanto per le donne. Questa commedia nera può essere un grande divertimento per tutti. Soprattutto presenta gli stereotipi della gente del Sud: religiosità, affezione per la tradizione, gerarchia tra le donne e tra gli uomini, separazione dei compiti. Presenta un altro mondo, ma in uno specchio deformante. Tutti personaggi sono molto autentici e sembra che non sono solo un’idea della regista. Anche se a qualcuno non piace la trama del film, può ammirare paesaggi bellissimi di mare e di campagna.
Quindi, se volete guardare un bel film dove tutto è a posto, potete guardare Amiche da morire per capire che vale la pena.

amiche_da_morire_foto_gerini_impacciatore_capotondi_5_Anna Widera