Una curiosità di Nola: la Festa dei Gigli

Avete mai sentito parlare di una festa dei Gigli? Oggi vi presentiamo una curiosità culturale della piccola città di Nola, in Campania!

Ogni anno, il 22 giugno, a Nola si svolge la Festa dei Gigli: è una festa di origine cattoliche, dedicata a San Paolino. Con questo evento i Nolani ricordano il ritorno in città del vescovo Paolino dalla prigionia ad opera dei barbari avvenuto nella prima metà del V secolo. Come dice la leggenda il vescovo donò i suoi beni e se stesso ai Visigoti in cambio della liberazione degli schiavi nolani dopo delle invasioni di Alarico I nel 410 d.C. Per ringraziarlo di questo sacrificio nel 431 il popolo nolano accolse il vescovo con dei fiori, gigli appunto, e lo accompagnò fino alla sede vescovile.

Oggi, in memoria di quell’avvenimento, Nola festeggia la domenica successiva al 22 giugno, portando in processione 8 torri, che rappresentano i fiori,i gigli.

Ogni obelisco viene costruito con legno e cartapesta, pezzo per pezzo nelle botteghe artigiane di Nola e sono capolavori di arte e creatività. Ogni torre arriva ad un’altezza di 25 metri!

I Gigli vengono trasportati in un tradizionale percorso al ritmo di brani della musica tradizionale napoletana, italiana e internazionale, che viene eseguita da una banda musicale. La manifestazione copre l’intera giornata, dal primo pomeriggio all’alba del lunedì. Le strutture e gli uomini che li trasportano affrontano spettacolari prove di abilità e di forza.

La festa rientra nella ‘rete delle grandi macchine a spalla italiane’ inserita dal dicembre del 2013 nel Patrimonio dell’UNESCO.

Scritto da Kasia Widzinska

————————————————-

Photo credit: http://www.fondazionefestadeigigli.it/festa-dei-gigli-manifesto-delledizione-2017-sara-realizzato-dallaccademia-delle-belle-arti-soprano-prestigiosa-collaborazione-rappresenta-un-elemento-crescit/


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *